Leggi tutti i post di Blog della Casa Maternità

Questa notizia è stata pubblicata il 09 Giugno 2020

Il Micronido di Casa Maternità “La Via Lattea”

Il Micronido accoglie bambini da 1 a 3 anni ed è situato in un appartamento al piano terra, con giardino, adiacente alla Casa Maternità.
Scopriamone le caratteristiche e l’approccio educativo-pedagogico con Giovanna Gorla (Coordinatrice) e Valeria Roncalli (educatrice).

L’ambiente domestico e raccolto del Micronido

Il Micronido è una casa accogliente, con colori tenui e sale organizzate per i diversi momenti della giornata e per il gioco dei bambini: una sala dei giochi, con oggetti (composti prevalentemente da materiale naturale e di recupero e da giocattoli scelti con attenzione) pensati  e predisposti  per il  gruppo dei bambini presenti; una sala moquette dove i bambini dormono ma utilizzabile anche per diversi tipi di giochi, come il gioco euristico e i giochi motori; una sala da pranzo, all’interno della quale è anche possibile svolgere giochi di manipolazione e travasi con materiali vari, un bagno per i bambini, utilizzato anche per giochi d’acqua o di pittura e un bagno per gli adulti. A completamento due terrazzini, utili per consentire ai bambini di stare e giocare “dentro e fuori”, uno dei quali molto spazioso e da cui si accede direttamente al giardino che circonda il nido. Inoltre, passando per il cortile condominiale interno, i bambini del Micronido possono raggiungere facilmente il giardino della Casa Maternità, più grande e allestito con una casetta di legno e una bella sabbionaia.

La giornata al Micronido: una routine rassicurante  

Il momento dell’accoglienza del mattino si svolge dalle 8.15 alle 9.45, con la possibilità per chi accompagna i bimbi, di fermarsi al nido e trascorrere del tempo assieme al proprio bambino, all’educatrice e agli altri “amici” già arrivati.

La giornata al nido procede secondo routine e piccoli riti riconoscibili e rassicuranti per i bambini: ad esempio la lettura di un libro che narra l’arrivo dei bambini al nido e la visione delle foto di tutte le persone che sono parte del micronido e i piccoli album di immagini personali di ogni bambino nel momento successivo ai saluti dopo le 9,45. Il momento di gioco della mattina favorisce liberi e autonomi processi di esplorazione, scoperta e scambio; il basso numero di bambini e l’ambiente familiare sostengono la comunicazione e l’ascolto di ognuno, in una relazione di cura coltivata ogni giorno, sia tra l’educatrice e i bambini, sia dei bambini tra loro.

La cucina è interna e il cibo, biologico, è preparato con cura da Paola, cuoca molto gradita ai piccoli e collaboratrice domestica; il nostro menù è supervisionato da una nutrizionista perché ogni aspetto del Micronido è pensato e curato con attenzione.

Cura, attenzione, rispetto per lo sviluppo del bambino: il progetto educativo si ispira alla pedagogia di Elinor Goldschmied

Il Micronido accoglie i bambini e le loro famiglie all’interno di un’ottica sistemica di educazione e relazione. Il riferimento del nostro pensare e agire pedagogico è il lavoro di Elinor Goldschmied, educatrice e pedagogista britannica.  Lidia Magistrati, educatrice, formatrice, e fondatrice del Nido della Casa Maternità, fu allieva diretta e lo è stata anche l’attuale coordinatrice del Micronido, Giovanna Gorla. Nel pensiero di E. Goldschmied è centrale il tema della relazione affettiva, a partire dall’importanza della figura di riferimento al Nido. Come oggi confermano le ricerche in ambito scientifico, la relazione è l’elemento necessario e fondamentale per la crescita, lo sviluppo e il benessere del bambino ed è solo all’interno di buone relazioni che le esperienze di gioco trovano spazio e sono valorizzate.

L’obiettivo prioritario è quello di promuovere e favorire lo sviluppo globale del bambino, attraverso  la creazione di una relazione sicura e significativa con l’educatrice, l’adulto di riferimento al nido: un rapporto speciale e rispettoso dell’individualità di ognuno è il punto di partenza  per la costruzione dell’autostima e della sicurezza di sé e sarà fondamentale per il bambino e per l’adulto che, coltivando la relazione quotidiana, lo aiuterà a “sbocciare” con  cura, attenzione, rispetto.

I genitori sono i più grandi “esperti” dei bambini

Le famiglie occupano uno spazio molto importante nel Micronido della Casa Maternità “La Via Lattea”: il nido lavora insieme alle famiglie, per garantire ai bambini una “buona” esperienza.

Questo avviene fin dall’inizio attraverso un ambientamento che prevede la presenza del genitore per condividere tutti i passaggi significativi del bambino nel nido, poiché la necessaria conoscenza e fiducia reciproca si forma in una relazione costruita insieme nel tempo.

Molte occasioni di incontro e confronto caratterizzano l’esperienza per i genitori nel Micronido: riunioni in piccolo gruppo sul percorso dei bambini al nido e su temi educativi, colloqui con l’educatrice per affrontare e gestire insieme piccole tappe di crescita o qualche interrogativo educativo, scambi quotidiani all’accoglienza e al saluto pomeridiano.

“Meglio un genitore ”falegname” che forgia i figli secondo parametri rigidi o uno “giardiniere” che ne coltiva l’unicità?”

Inizia così la nota frase della psicologa Alison Gopnik. Al Micronido della Casa Maternità piace decisamente il “giardinaggio”, sia reale che metaforico… A questa metafora “falegname o giardiniere” piace ispirarci nel nostro lavoro educativo quotidiano e immaginare il nido come una specie di giardino a cui dedicare attenzione, cura e impegno.

“I bambini – prosegue la citazione – non sono tavoli da costruire sperando che i chiodi piantati oggi li rendano solidi domani. Sono piuttosto orchidee, lilium, margherite: fiori diversi da far sbocciare nel miglior ambiente possibile fino a creare un ecosistema”.

Per saperne di più contattaci!

Il Micronido è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8:15 alle 16:15 da settembre a luglio.
Le iscrizioni sono aperte tutto l’anno, fino a esaurimento posti.

Tel. 335 431058

casamaternita@spazioapertoservizi.org