Leggi tutti i post di Blog della Casa Maternità

Questa notizia è stata pubblicata il 10 Settembre 2021

Idee semplici per divertirsi con i piccoli

A volte ci si ritrova a corto di idee su come passare il tempo con i propri bambini.
O meglio, si pensa che servano effetti speciali e fuochi d’artificio. Eppure ci sono semplici proposte sempre amate e desiderate dai piccoli. 

Ne vediamo alcune con Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista. 

 

Riscoprire la semplicità 

Oggi molti genitori credono di dover continuamente apparecchiare ai figli delle esperienze top, indimenticabili, super stimolanti e strabilianti.

Vige il diktat della performance ormai persino in quest’ambito della nostra esistenza. Incontro spesso mamme e papà che si impegnano a programmare il week-end e il tempo libero in generale, tra parchi divertimento, fattorie didattiche, feste e altro ancora.

Posto che non c’è nulla di male in tutte queste attività e proposte, ci si dimentica però, forse, della semplicità delle piccole cose. Apparentemente banali, rivestono una forte valenza affettiva, ma non solo, visto che giocando si impara. 

 

Cosa conta davvero per i bambini? 

Per i bambini ciò che conta di più è avere un tempo disteso e leggero durante il quale stare bene con i propri adulti di riferimento, senza frenesia e ansia da prestazione.

Si sottovalutano spesso attività semplici, da fare in casa, senza effetti speciali, che invece hanno un’alta resa sul piano della relazione. E, soprattutto sono a zero stress.  

Ridere e divertirsi, stare bene insieme, infatti ha un potente effetto di consolidamento del rapporto e consente di ridurre lo stress, tanto sugli adulti quanto sui bambini.  

Inoltre, stare bene insieme aiuta a riempire il serbatoio affettivo dei piccoli, che, a fine giornata, potrebbe essere in riserva (e a ben guardare, pure il nostro ha bisogno di un po’ di rifornimento!).

Riempire il serbatoio affettivo significa aiutare i bambini a recuperare energia e disponibilità emotiva verso la relazione. Al contrario, se il serbatoio è esaurito, ci si espone più facilmente a opposizioni, crisi di rabbia e agitazione. 

 

Spunti a costo zero, ma di grande effetto 

Quando si rientra a casa è importante dedicare un po’ di tempo ai propri figli per riempire questo prezioso serbatoio, attraverso un gioco condiviso che favorisca la sintonizzazione fra adulto e bambino, processo indispensabile per una crescita serena.

Ecco 7 semplici consigli: 

  • Leggere un libro insieme: rappresenta un’occasione di condivisione emotiva, un sostegno e un rinforzo per lo sviluppo linguistico. 
  • Fare bolle di sapone: è il gioco di sempre, capace di divertire e rilassare nello stesso tempo. Può prestarsi anche ad indagini ed esperimenti scientifici. 
  • Giocare insieme per terra: momento di complicità, con qualsiasi oggetto! 
  • Preparare insieme una torta: coinvolgere il proprio bambino in cucina è un ottimo ingrediente per farlo sentire grande. 
  • Fare le boccacce davanti allo specchio: il bambino riconosce la propria immagine e si diverte a trasformarla.  
  • Parlare in modo buffo: giocare con le parole è un ottimo strumento per esercitarsi con il linguaggio. 
  • Fare la lotta coi cuscini: momento liberatorio, aggregante, che favorisce lo sviluppo sociale del bambino. 

Il serpente di bolle di sapone 

Ecco una variante delle classiche bolle, da realizzare insieme!  

Occorrente:
Una bottiglia di plastica, un pezzo di stoffa, un elastico di gomma, forbici, 200 ml di sapone per i piatti, 800 ml di acqua e un cucchiaino di zucchero. 

Mettete in una ciotola l’acqua, il sapone, lo zucchero. Mescolate e lasciate riposare per 10 minuti.
Tagliate ed eliminate il fondo della bottiglia, ritagliate un cerchio dalla stoffa e utilizzatelo per ricoprire la base della bottiglia fissandolo con l’elastico. 

Intingete l’estremità ricoperta dalla stoffa nella miscela preparata in precedenza, senza inzupparlo troppo, e soffiate nell’imboccatura della bottiglia: emergerà un serpente di bolle. Divertimento garantito!