Rubrica #lostetricarisponde a cura di Marta Montani

L’ostetrica di Casa Maternità può assistere e accompagnare le coppie nel luogo del parto scelto per accogliere il proprio bambino (la propria casa, la Casa Maternità, il centro nascita e l’ospedale).

L’offerta proposta si basa sul concetto di continuità dell’assistenza, cioè la possibilità di avere accanto un professionista conosciuto in gravidanza, presente anche al momento della nascita e, successivamente, anche nel primo periodo di vita con il bambino.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che la donna con gravidanza fisiologica potrebbe partorire al livello più periferico possibile, quindi in ordine di luogo, in casa, Casa Maternità, centro nascita e infine ospedale.

Se il luogo scelto è extraospedaliero (casa o Casa Maternità) è richiesto un percorso in gravidanza, da iniziare almeno un paio di mesi prima della data presunta del parto. Le visite ostetriche sono indispensabili per conoscersi e valutare il benessere di mamma e bambino. In prossimità della nascita un’equipe di due ostetriche diventerà reperibile in attesa della partenza del travaglio. Dopo la nascita viene attivato un pediatra e la coppia sarà seguita a casa dalle ostetriche per i primi giorni di puerperio.

Se il luogo scelto è ospedaliero è richiesta almeno una visita ostetrica di presa in carico, alla partenza del travaglio sarà possibile stare a casa per poi spostarsi, con l’ostetrica, all’interno della sala parto dell’ospedale scelto. L’ostetrica rimarrà con la coppia nelle due ore post parto e a casa per i primi giorni di puerperio.

Vieni a informarti in Casa Maternità per aver un’ostetrica accanto a te!