Schermata 2014-02-14 a 08.50.11

Ninna-oh

Dormiglioni o insonni,
grandi o piccini,
tutti, bene o male,
facciamo la nanna

RILEGGETE IL BELLISSIMO UOVO N° 14 DEL 2001 CON TEMA “IL SONNO”

  • Numero.: 30
  • Pubblicazione: 15 Febbraio 2014

DALL’UOVO – Pag 3: GHIRI,  MERLI E GUFI

di Eleonora Siano, mamma e ostetrica
Schermata 2014-02-14 a 08.39.56

“Oh, ma che bel bambino! Che belle guance, quanti sorrisi. Ma è bravo? Cioè: dorme di notte? Quante ore? Ha scambiato il giorno per la notte?” Sicuramente vi sarà capitato di dover rispondere a queste domande. La società misura la bravura del cucciolo d’uomo in base alle ore di sonno. Dorme a lungo? Allora si tratta di un bravo bambino.

La nanna è un tema sempre bollente. Perdere ore di sonno è faticoso per chiunque, ma il bambino ha un ritmo differente dall’adulto. Ci vorranno mesi, talvolta anni, finché il nuovo arrivato non acquisirà un ritmo sonno-veglia simile a quello dei propri genitori.

Ovviamente poi ci sono le caratteristiche individuali. E così, abbondano le eccezioni. C’è chi ama addormentarsi con il calar del sole, chi all’alba è già pimpante, chi fa le ore piccole, chi si sveglierebbe non prima del pomeriggio, chi soffre di insonnia, chi dormirebbe a qualsiasi ora del giorno o della notte, chi assomiglia ad un ghiro, chi a un merlo, chi ad un gufo.

Mille teorie a sostegno dell’argomento. Ostetriche, pediatri, educatori, svariati specialisti esprimono il loro parere. A volte semplici suggerimenti o riflessioni, in alcuni casi indicazioni, regole e giudizi. Allora, che fare?